Site icon Excentrico

Scopri Leo: l’AI che trasforma la tua esperienza online senza spiarti!

Brave AI

Brave AI

Brave, il browser orientato alla privacy, ha introdotto Leo, un assistente AI nativo che promette di offrire una privacy senza precedenti rispetto ad altri servizi di chatbot AI. Dopo numerosi mesi di test, Leo è finalmente disponibile gratuitamente per tutti gli utenti desktop di Brave che utilizzano la versione 1.60 del browser. Questa introduzione avverrà gradualmente nei prossimi giorni e, a breve, sarà disponibile anche su Android e iOS, entro i prossimi mesi.

Le caratteristiche principali di Leo non sono molto diverse da quelle di altri chatbot AI, come Bing Chat e Google Bard: può tradurre, rispondere alle domande, riassumere pagine web e generare nuovi contenuti. Tuttavia, Brave sostiene che Leo offre dei vantaggi unici rispetto agli altri, in quanto si allinea con l’attenzione dell’azienda per la privacy: le conversazioni con il chatbot non vengono registrate né utilizzate per addestrare modelli AI, e non è richiesto alcun dato di accesso per utilizzarlo. Tuttavia, come con gli altri chatbot AI, Brave consiglia di trattare con cautela le risposte di Leo a causa delle potenziali inesattezze o errori.

La versione standard di Leo utilizza il potente modello di linguaggio Llama 2 di Meta ed è gratuita per impostazione predefinita. Per coloro che desiderano utilizzare un modello di linguaggio AI diverso, Brave ha introdotto anche Leo Premium, un abbonamento mensile al costo di $15, che include l’assistente AI di Anthropic, Claude Instant. Questa versione è più veloce ed economica rispetto al grande modello di linguaggio Claude 2 di Anthropic.

Brian Bondy, CTO e co-fondatore di Brave, ha sottolineato che l’AI può essere uno strumento potentissimo, ma può anche sollevare preoccupazioni crescenti per la privacy dei dati, e pertanto c’è bisogno di una soluzione che ponga la privacy al primo posto. Brave si impegna a combinare l’AI con la privacy degli utenti, offrendo un’assistenza AI sicura e personalizzata nel luogo in cui gli utenti trascorrono già il proprio tempo online.

Brave ha annunciato che modelli aggiuntivi saranno disponibili per gli utenti di Leo Premium, insieme a conversazioni di qualità superiore, priorità di coda durante i periodi di massimo utilizzo, limiti di utilizzo più elevati e accesso anticipato a nuove funzionalità. Brian Bondy ha dichiarato a The Verge che “Leo è stato progettato per integrare numerosi modelli diversi e crediamo che nel tempo saranno offerti ulteriori modelli, dando agli utenti la possibilità di scegliere tra di essi”.

Infine, è stato aggiornato il 2 novembre con una dichiarazione del co-fondatore di Brave, Brian Bondy, riguardo ai futuri modelli AI che arriveranno su Leo. La versione base del chatbot implementa il modello di intelligenza artificiale Llama 2 di Meta, accessibile gratuitamente. Per coloro che desiderano un’esperienza ancora più ricca e personalizzata, Brave offre la versione Premium di Leo a pagamento, che sfrutta le capacità di Claude Instant di Anthropic, per un’assistenza AI ancora più rapida ed efficiente.

Exit mobile version